Che cosa si può fare con le tecnologie

Credo non occorrano molte parole.Creatività,emozione, stupore davanti alla bellezza. Due ragazze di quindici anni, una poesia, un computer...

Commenti

Annarita ha detto…
Ciao, Maria Letizia. Un video toccante e delicato. Una ennesima dimostrazione che le Tecnologie possono essere concretamente impiegate al servizio della didattica e dell'apprendimento.

Ho creato da circa un anno e mezzo due blog didattici per poter mettere, in
primis, al servizio della didattica e dell’apprendimento
uno strumento alternativo, basato sull’interazione, che ha
tra i suoi punti di forza l’indubbia gratificazione per gli
alunni, derivante dal pubblicare articoli personali o realizzati
in gruppo.
La sperimentazione si sta rivelando proficua oltre il previsto.
I ragazzi, infatti, si dimostrano più costruttivamente
partecipi nelle attività di classe, giungendo ad organizzarsi
autonomamente in piccoli gruppi per tenere traccia scritta
di ciò che si svolge durante le lezioni. Tale traccia è successivamente
riordinata, in parte a casa oppure a scuola,
scritta al computer, corredata di immagini e grafici esplicativi,
realizzati in genere con gli strumenti grafici della
suite di Office, e poi discussa in classe collettivamente per
apportare gli aggiustamenti necessari. Soltanto a questo
punto si procede alla pubblicazione sul blog del materiale
prodotto. I ragazzi, anche di altre classi, interagiscono,
scambiandosi opinioni sul contenuto messo online, attraverso
i commenti ai post. Non è raro che visitatori esterni
lascino i loro commenti su quanto pubblicato, creando in
tal modo una rete di relazioni in cui la conoscenza viene
“lavorata” dinamicamente.

Lo strumento blog si sta rivelando un ottimo catalizzatore
di interesse e motivazione a fare, sta favorendo la crescita
della naturale curiosità dei ragazzi con risultati sorprendenti
riguardo alla maturazione di competenze specifiche,
quali il saper organizzare un progetto di editing di contenuti
e relativa grafica. Migliorano in tal modo indiscutibilmente
le capacità di problem posing e problem solving,
poiché spesso i ragazzi sono chiamati a risolvere problemi
legati alla realizzazione dei pezzi da pubblicare. Migliorano
anche le capacità di prendere appunti durante la lezione
e di lavorare in gruppo, poiché si è accomunati da un
obiettivo comune non astratto, ma concreto.

Naturalmente tutto ciò richiede una attenta ottimizzazione dei contenuti curricolari, ma si può fare...

Per quanto riguarda me personalmente, grazie allo strumento blog ho potuto intessere relazioni soddisfacenti, sia sotto il profilo umano che professionale, con colleghi geograficamente lontani, anche stranieri.
In tal modo sono uscita dalle mura dell'aula e del mio istituto, per conoscere realtà educative diverse che mai avrei potuto immaginare di avvicinare.

Il mio modo di fare didattica è cambiato profondamente in meglio perché posso contare sulla dimensione sociale e collaborativa che solo la rete, se ben vissuta, sa offrire.

Colleghi, vi esorto a provare di persona. Sono sicura che ne rimarrete conquistati.

Lascio alcuni link a dei lavori prodotti collaborativamente dai miei alunni e pubblicati sui nostri blog.

Multipli E Divisori Di Un Numero Naturale

I numeri naturali e la loro rappresentazione grafica
I Criteri Di Divisibilità per 2, 3, 5, 9, Con Esercizi
Facciamo l'identikit degli animali marini
La classificazione di Linneo
La classificazione moderna e la nomenclatura binomia

Segue un percorso di apprendimento sull'evoluzione dell'uomo, relizzato con l'ausilio delle mappe di google insieme ad una mia classe terza:

Levoluzione dell'uomo.

Quella esemplificata è soltanto una minima parte delle esperienze che abbiamo realizzato grazie alla rete.

Un saluto
annarita
marialetizia ha detto…
Grazie ancora, Annarita, del tuo prezioso contributo...
Antonio Santangelo ha detto…
Congratulations, spero siano sue allieve